Le 9 Scuole tradizionali (Ryu-ha) della BUJINKAN

Togakure Ryu Ninjutsu
“La scuola della porta nascosta”

Scuola creata nel XII secolo, di cui il primo Soke è stato Daisuke Niscina, conosciuto come Togakure Daisuke. L’attuale 34°Soke (successore) è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
I tre segreti di questa scuola erano Seban Shuriken (stelle a 4 punte esclusive di questo ryu), Shuko (artigli in ferro collocati in mani e piedi per scalare ed a volte per contrastare attacchi di spada) e Shindake (tubo in bambù utilizzato per respirare sotto l’acqua e come cerbottana).

Kumogakure Ryu Ninjutsu
“La scuola nascosta nelle nuvole”

Scuola creata nel XVI secolo, di cui il primo Soke è stato Heinaizaemon Ienaga Iga, di cui si pensa sia il fondatore della Iga Ryu Ninpo. L’attuale 14°Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
Il Taijutsu è molto simile a quello praticato dai guerrieri della Togakure Ryu. Le armi caratteristiche di questo Ryu sono il Ippon sugi noburi e il Kamayari. I loro guerrieri utilizzavano una maschera di demonio ed in combattimento saltavano spesso e portavano sia attacchi che parate doppie. Usavano delle protezioni nelle braccia per questo colpivano e si proteggevano spesso con gli avambracci.

Gyokushin Ryu Ninjutsu

 “La scuola del cuore immutabile”

Di questa scuola non si sconosce la data di creazione. Il primo Soke è stato Sasaki Teruyoshi. Esiste un’altra ipotesi dove si pensa che il fondatore sia stato Sasaki Orouemon Akiyari. L’attuale 21°Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
Le priezioni erano le predilette anche se l’aspetto fondamentale erano gli aspetti strategici e tattici del Ninpo. Facevano speciale utilizzo dei Nagewasa.

Gyokko Ryu Kosshijutsu

“La scuola della tigre diamantata”

Scuola creata nel XII secolo, di cui il primo Soke è stato Tozawa Hakkunsai. L’attuale 28°Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
La specialità di questa scuola è il Kosshijutsu (attacchi ai muscoli), il Shitojutsu (utilizzo del pollice e delle dita), poderose parate, lunghe distanze in combattimento, tecniche con molto movimento ed uso di proiezioni e lussazioni combinavano un micidiale metodo di combattimento.

Koto Ryu Koppojutsu

“La scuola della tigre caduta”

Scuola creata nel XVI secolo.Il primo Soke è stato Sakagami Taro Kunishige. Esiste un’altra ipotesi dove si pensa che il vero fondatore sia stato Toda Sakyo Isshinsai. L’attuale 18°Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
Le distanze corte, la rapidità negli attacchi e lo sguardo all’avversario lasciando il bianco degli occhi per non far percepire le intenzioni erano i punti salienti di questo Ryu. Gli spostamenti incrociando le gambe ed i colpi con le dita in forma energetica arano le referenze principali.

Takagi Yoshin Ryu Jutaijutsu  

“La scuola dell’ alto albero con profonde radici nel cuore”

Scuola creata nel XVII secolo, di cui il primo Soke è stato Takagi Oriemon Shigenobu. In una pubblicazione , Hatsumi Sensei indica come fondatore di questo Ryu (scuola) Takagi Setsuemon Shigetoshi. L’attuale 17° Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
Proiezioni, lussazioni e strangolamenti in corta distanza di combattimento evitando che l’avversario potesse ruotare e scappare.

Shinden Fudo Ryu Dakentaijutsu 

“La scuola del cuore invariabile”

Scuola creata nel XII secolo, di cui il primo Soke è stato Izumo Kanja Yoshinteru. In una pubblicazione , Hatsumi Sensei indica come fondatore di questo Ryu (scuola) Genpachiro Tameyoshi partendo dalle tecniche di Izumo Yoshiteru. L’attuale 26°Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
Il fondatore studiò Kempo Boxe Cinese infatti la forma difensiva interna e nella forma esterna sono predominanti in questo Ryu.

Kukishinden Ryu Happo Hikenjutsu  

“La scuola delle tradizioni dei 9 Dei Demoni”

Scuola creata nel XII secolo, di cui il primo Soke è stato Izumo Kanja Yoshinteru L’attuale 26°Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche: 
I guerrieri erano protetti da armature infatti gli attacchi erano mirati a punti scoperti dalle armature.

Gykan Ryu Koppojutsu  

“La scuola della verità, lealtà e della giustizia”

Scuola creata nel XVI secolo, di cui il primo Soke è stato Unryu Hangan Gikambo (Daimyo de Kawachi no Kuni). L’attuale 15° Soke è il Dr. Masaaki Hatsumi.

Caratteristiche tecniche:
Speciali calci ed utilizzo delle gambe combinano un combattimento ricco di proiezioni e di colpi.

Il Ninjutsu storico e nell'epoca moderna

La Storia

Le vicende del Ninjutsu sono sempre state intrecciate con quelle del Giappone, infatti, aldilà di tecniche e scuole, le forme che concretamente assunse dipesero dalle contingenze storiche…
Prima sistema di salvaguardia del proprio clan e della propria famiglia, poi strutturate organizzazioni che lavoravano per conto di un qualche Daimyo (talvolta sempre lo stesso – talvolta no), per arrivare infine all’era Tokugawa, dove ci fu una svolta cruciale.

Alcuni, come il clan Togakure, si misero al servizio di Togukawa Ieyasu (che nel 1601 pacificò l’intero Giappone), in qualità di guardie del corpo, agenti segreti e di polizia.
Altri presero infine strade diverse e perlopiù si estinsero.

Nel XIX° secolo, con l’avvento dell’epoca Meiji, i Ninja tornarono brevemente alla ribalta negli scontri che opposero l’Imperatore ai conservatori. Molti Ninja si distinsero combattendo per l’uno o l’altro schieramento.Tra essi, Ishitani Matsutaro ( ? – 1911) e Toda Shinryuken Masamitsu (1824 – 1909) : essi diedero un fondamentale contributo nel far sì che il Ninjutsu arrivasse fino ai nostri giorni, poiché entrambi furono maestri del grande Toshigatsu Takamatsu (1887 – 1972), che designò come suo successore Soke Masaaki Hatsumi, fondatore della Bujinkan.

La Tecnica

Tecnicamente il Ninjutsu è probabilmente tra le più complete Arti Marziali esistenti, grazie allo studio dei sistemi di evasione ed occultamento consente soluzioni ad eventuali situazioni di pericolo impensabili in altre Arti Marziali. Non a caso è ancora oggi studiata da numerosi reparti speciali militari in tutto il mondo.


Le tecniche di combattimento sono con e senza armi. La pratica è spesso vigorosa allo scopo di mantenere vivo un corretto spirito marziale. Ci sono infine anche tecniche di meditazione, derivanti essenzialmente dal Buddismo Mikkyo e che rimandano agli antichi legami con gli Yamabushi.